L’opera

Di questo lavoro mi piace tutto. Giovani allevatori del XXI secolo, la passione per combattere la crisi.

Autrice: Marzia Verona

L’Artistica Editrice, giugno 2012

447 pagine

127 foto a colori

Prefazione a cura dell’Autrice

8 capitoli introduttivi

72 interviste (a singoli o coppie)

…riflessioni al termine della lettura…

————————————————————————

La ricerca per  “Di questo lavoro mi piace tutto. Giovani allevatori del XXI secolo, la passione per combattere la crisi”, ha interessato giovani allevatori di età compresa tra i 15 e i 30 anni, per la maggior parte residenti in aree montane di Piemonte e Valle d’Aosta, o ivi praticanti l’alpeggio nella stagione estiva.

Problematiche, difficoltà, sogni e progetti ugualmente distribuiti tra chi prosegue la tradizione di famiglia e chi ha intrapreso questa strada per scelta. Ma è sufficiente la passione per combattere la crisi che sta investendo tutti i settori dell’economia? Il fatto che alcuni giovani, nei due anni intercorsi tra l’inizio delle interviste e la pubblicazione, abbiano cessato o modificato l’impostazione aziendale, deve far ulteriormente riflettere.

Con questo saggio si vuole presentare il nuovo allevatore, diviso tra la passione per gli animali, le tradizioni più antiche e la voglia di comunicare attraverso i social network.

Una raccolta di testimonianze precedute da alcuni brevi capitoli esplicativi e corredata da oltre 100 foto a colori per conoscere meglio questo mondo e per riflettere su di una gioventù di cui si parla poco, così diversa dai “giovani bamboccioni” mantenuti da mamma e papà, ma anche dalla gioventù che sfila in manifestazione o riempie le piazze.

Oltre settanta interviste in campo: dal veterinario nipote di margari al figlio del medico diventato pastore nomade, senza dimenticare chi alleva 5-6 capi per passione ed intanto svolge un altro mestiere e chi ha scelto di emigrare in Polonia per trovare gli spazi che, nella sua terra vittima della cementificazione, gli erano negati. C’è chi alla montagna è tornato per viverci e lavorare, chi sogna di poter riprendere a salire in alpeggio come i propri nonni, mentre altri ancora hanno saputo re-inventare un’attività tradizionale in modo da avere una vita dignitosa e soddisfacente anche in quota. A queste si affiancano interviste raccolte on-line in diverse regioni d’Italia tra giovani e giovanissimi allevatori, desiderosi di aggiungere la loro voce a questa ricerca.

La burocrazia, la crisi economica, i vincoli normativi che non favoriscono il giovane e la piccola impresa sono tra le principali problematiche denunciate, a cui si affianca la drammatica carenza formativa specifica che comporta l’abbandono degli studi, salvo pochi casi isolati legati all’interesse personale o alla presenza di strutture formative specializzate nel settore zootecnico.

Pur tra le voci che elencano le difficoltà, primeggia l’intraprendenza, la grande passione per un lavoro che non concede svago o tempo libero, l’immenso amore per gli animali.

Di questo mestiere mi piace il fatto che non prendo ordini da nessuno, perchè con le bestie quello che decide sono io e non gli altri e poi perchè posso stare con gli animali, che ti danno grosse soddisfazioni, come far nascere un vitello che è una cosa che quasi nessuno fa.” (Stefano, classe 1995, Biella)

Sono le parole dirette degli intervistati a presentare i principali aspetti del loro lavoro/passione: aneddoti legati a momenti difficili, critiche ad un sistema economico/politico che ha creato un eccessivo assistenzialismo, facendo perdere ai prodotti dell’allevamento il loro vero valore, ma anche confidenza personali, dal sogno di trovare un compagno/a di vita con cui condividere il futuro alla delusione per essere talvolta emarginato esclusivamente sulla base della professione svolta.

C’è poi pure il riscatto, grazie alla produzione di prodotti d’eccellenza (latte, gelati, formaggi, carne) e, per chi è già riuscito a farsi una famiglia, la soddisfazione nel veder crescere i propri figli in un ambiente sano e genuino.

2 thoughts on “L’opera

  1. Wow, sono propri contenta, sarà bellissimo anche questo! Se me ne mandi una copia, comincerò a recensirla per le testate cui collaboro, che ne dici?
    Intanto complimentoni e un abbraccio beneaugurante per l’alpeggio, mentre io sono impegnatissima nella fienagione (vado spesso a dare una mano ai vecchi allevatori delle montagne qui intorno cui scarseggia la mano d’opera….)
    Anna

  2. un libro eccezzionale! interviste a giovani allevatori, tutte diverse nei contenuti ma con un unico filo conduttore: realtà, giovani, problemi diversi…eppure uguali. Io, pastore per hobby purtroppo, mi ritrovo in tutti i racconti…sono di parte, lo so, anch’io faccio parte di questo mondo fatto di sacrifici e guadagni troppo bassi ma pieno di soddisfazione quando alla sera ti corichi e sai che loro stanno bene o pieno di sconforto quando qualcosa è andato storto, quando te n’è morta una o non sei riuscito a salvarla o farla nascere…ma penso che anche chi è fuori da questo mondo possa avvicinarsi a questa lettura introducendosi in un ambiente antico e moderno allo stesso tempo. In questo modo potrebbe anche aumentare la consapevolezza di quello che dovrebbe esserci dietro ogni nostro pasto quotidiano: una sana natura.
    consiglio questa lettura a tutti, soprattutto a colore che hanno pregiudizi sui pastori e a colore che di questo mondo non conoscono nulla se non i servizi televisivi fatti da Linea Verde o Mela verde, a tutti i ragazzi come noi, a tutti i genitori che cercano di indirizzare i figli a un futuro, a tutti i nonne che hanno vissuti in epoche diverse dalle nostre, agli uomini d’ufficio e alle casalinghe che vanno alla spesa….un libro “comodo” anche da leggere: possono bastare 5-10 minuti al giorno per conoscere un’esperienza diversa, adatto anche a chi tempo dice di non averne per la lettura.
    Complimenti Marzia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...